Luca Valle, focus sulle materie prime

La scarsa reperibilità delle materie prime, causata in gran parte dall’effetto del lockdown e dalle varie chiusure, sta provocando incertezza e difficoltà a livello globale un po’ in tutti i settori, anche se il mercato ha dato da subito segnali di recupero alla riapertura e il livello di produzione è raddoppiato, per stare al passo della domanda.

“Chi ha impianti a ciclo continuo deve confrontarsi con un evidente limite fisico”- dice Luca Valle, CEO Home Italia, Club esclusivo di architetti e aziende Made in Italy -“ se associamo a questo le riprese con la Cina, che ha riaperto per prima e con rimbalzo fortissimo, possiamo facilmente dedurre come questo abbia generato una domanda di materiale per moltissime tipologie. Non solo per il legno, che ha le sue peculiarità.

La paura di non avere a disposizione la materia prima ha generato la rincorsa alle scorte e questo ha generato a sua volta molteplici difficoltà, soprattutto a coloro che sono abituati ad acquistare just in time o sul venduto. Un tema che tocca tutti i mercati e soprattutto tutti i materiali.

Come vi siete organizzati sui carburanti, i cui costi sono in aumento e sulla logistica?

A causa dell’emergenza Covid si è verificato un drastico aumento dei costi sia dei primi sia della seconda, ai quali si aggiunge un’impennata dei costi energetici e delle materie prime, incrementando l’elenco delle criticità che penalizzano l’attività economica delle aziende.

Purtroppo le agenzie internazionali stimano che i costi di trasporto e logistica continueranno ad aumentare per tutto il 2022. Come è noto, i rincari energetici e delle materie prime diminuiscono i margini delle imprese che si trovano a fronteggiare una dinamica negativa segnata dall’incremento straordinario dei prezzi e degli aumenti senza precedenti dei costi di esportazione e dei tempi di consegna.

Quale è il tassello centrale della crescita economica delle aziende?

La logistica, ma anche la mobilità delle merci dovrebbero essere posti al centro degli interessi del Governo e a mio avviso credo sia necessaria una stretta vigilanza e interventi mirati e concreti per calmierare l’andamento dei prezzi dei carburanti

Il Governo dovrebbe intervenire tempestivamente su questo specifico tema, perché è una grande difficoltà per moltissime aziende.

Torna su