Economia, business, innovazione.

Gaming e tecnologie emergenti, a Napoli arriva “Upside”

NAPOLI (ITALPRESS) – Il 28 e 29 giugno, Napoli diventa il palcoscenico di una sfida tecnologica innovativa nel mondo del gaming: Upside, la prima competizione gaming orientata verso le tecnologie emergenti. L’evento si terrà presso la sede della Mostra d’Oltremare. Il progetto è realizzato nell’ambito dell’avviso pubblico per la selezione di proposte progettuali da parte del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con un partenariato costituito da Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli, ente capofila del progetto, Mkers Spa, Politecnico di Bari, WINDTRE e il Centro di Competenza Meditech. Durante i due giorni dell’evento, Upside offrirà una panoramica completa sulle tecnologie emergenti. Al centro di Upside c’è la connessione 5G, elemento chiave del progresso tecnologico su cui il MIMIT sta investendo. Le altre tecnologie che accompagnano il 5G all’evento sono la Realtà Virtuale, l’Intelligenza Artificiale e la Cybersecurity. Upside si concentra su una competizione tra squadre, dove abilità, strategia e innovazione tecnologica si fonderanno per offrire un’esperienza di gaming all’avanguardia. Inoltre, saranno organizzati convegni istituzionali che approfondiranno i trend delle nuove tecnologie, favorendo il dialogo tra esperti del settore e istituzioni. Mkers Spa, leader nel settore degli esports e gaming in Italia, svilupperà contenuti innovativi, offrendo un’esperienza di gioco immersiva che coinvolgerà attivamente la community e la Generazione Z, integrando le tecnologie più avanzate. WINDTRE Business partner tecnologico dell’evento, mette a disposizione una rete 5G indoor sviluppata e realizzata ad hoc per l’evento, per garantire la connettività ultraveloce con una latenza minima Questa infrastruttura è fondamentale per assicurare un gameplay fluido e ininterrotto. Fornirà inoltre SIM voce e dati per i device dei videogiocatori. L’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli si occuperà della ricerca e dell’analisi dei dati raccolti attraverso l’applicazione Upside e le infrastrutture 5G sviluppate appositamente per l’evento. L’Università elaborerà report e statistiche, contribuendo alla comprensione dell’impatto delle nuove tecnologie nel mondo del gaming. Infine durante tutto l’evento verrà effettuato un monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico per valutare la eco-sostenibilità di questi eventi. Il Politecnico di Bari studierà l’applicazione di tecnologie di Intelligenza Artificiale, IoT e Blockchain per mettere a punto strategie di gioco più evolute e nuove tipologie di interazione tra i players in gara e gli spettatori degli eventi di gaming, al fine di incrementare il coinvolgimento complessivo del pubblico. Infine, il Centro di Competenza Meditech offrirà il suo supporto attraverso una profonda conoscenza delle tecnologie coinvolte. Dopo essersi iscritti su progettouspide.it, i partecipanti dovranno scaricare un’app “Upside” sviluppata da Bitdrome, disponibile sia su App Store sia su Google Play, pensata per facilitare il processo e migliorare l’user experience utente prima dell’inizio ufficiale. Alla Mostra D’Oltremare, i team in gara affronteranno una prima fase di accredito, durante la quale riceveranno un kit da gara. Dopo essersi cambiati, si recheranno al tech desk, dove verrà verificato il download dell’app e la connessione alla rete 5G. Successivamente, i partecipanti si sposteranno nella brief area, dove verranno spiegate le regole della competizione e selezioneranno le sfide da affrontare. Nella dark zone inizieranno a percepire l’adrenalina della sfida, e con l’apertura della porta avrà inizio la competizione. I team avranno a disposizione cinque sessioni di gioco e potranno scegliere tra nove titoli, tra cui Fortnite, Clash Royale e Among Us VR. (ITALPRESS).

foto ufficio stampa Upside

Torna in alto