Economia, business, innovazione.

Festival nazionale delle Università, scenari per le nuove generazioni nel panel “Figli di papà, le transizioni generazionali in azienda”

ROMA (ITALPRESS) – “Figli di papà, le transizioni generazionali in Azienda” è stato il titolo del panel andato in scena nel corso della terza edizione del Festival Nazionale delle Università, che si sta tenendo all’Università degli Studi LINK di Roma. Vi hanno preso parte, tra gli altri, Stefano Ubertini (Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia e Presidente del Crul) e Michele Viscardi (Presidente di Cosberg), che hanno parlato di come le nuove generazioni si devono approcciare al mondo del lavoro. Per Ubertini è importante «promuovere lo studio, perché il futuro del Paese dipende dalla formazione dei giovani. Quello su cui dobbiamo investire è proprio la formazione, a partire dalla scuola e dall’università. Lo studio deve essere promosso, poiché il futuro sarà governato dall’intelligenza artificiale e se non ci sono competenze, il mondo non sarà alla portata dei nostri giovani. Se, al contrario, studieranno, con le loro competenze potranno governare ogni processo di cambiamento». Viscardi ha invece spiegato: «Il passaggio generazionale che deve avvenire nel mondo del lavoro non è quello formale, ma quello informale che viene fatto all’interno dell’azienda. Indipendentemente da chi prende in mano la direzione, questo deve avere le giuste competenze conoscendo bene i processi della sua azienda e le persone che ne fanno parte. La PMI italiana, infatti rimane una famiglia, non solo un insieme di persone». La terza edizione del Festival Nazionale delle Università è realizzata con il patrocinio del Comune di Roma, della Regione Lazio, dell’Agenzia Italiana per la Gioventù e del Consiglio Nazionale dei Giovani, con la partecipazione di ITA Airways e BPER Banca.
– foto ufficio stampa Festival Nazionale delle Università –
(ITALPRESS)

Torna in alto