INDAR SBARCA AL SALONE DEL MOBILE 2021 DI MILANO: NEL MIRINO GLI STATI UNITI.

Stefano Severini è il fondatore e CEO di INDAR Costruzioni. Quest’anno, proprio in occasione del prestigioso Salone del Mobile di Milano, è pronto a lanciare i suoi due nuovi portali eCommerce: SPATIA e Thöndo. Ognuno con una propria identità, ma accomunati da un elemento fondamentale: la passione.

Da dove parte la nuova avventura imprenditoriale di Stefano Severini?

In occasione del Salone del Mobile di Milano, la più importante manifestazione del settore a livello globale in corso dal 5 al 10 settembre 2021, Stefano Severini ha presentato il progetto di internazionalizzazione della sua azienda realizzato con il contributo Lazio Innova.

L’obiettivo è raggiungere, attraverso due nuovi brand: Thöndo e SPATIA, il mercato internazionale, in particolare quello nordamericano.

Difatti, fin dalla loro nascita, Stefano ha voluto conferire ai brand un forte respiro internazionale, dall’impatto grafico agli aspetti comunicativi.

Le due piattaforme eCommerce hanno come obiettivo quello di innalzare il livello di innovazione tecnologica e digitale nel settore, basandosi su l’elemento chiave della personalizzazione. Attraverso un sistema di vendita online configurabile, infatti, Thöndo e SPATIA sono capaci di andare totalmente incontro a tutte le esigenze dei loro possibili clienti. Questo al fine di migliorare l’esperienza di acquisto degli utenti, uniformandola a quella dei grandi brand internazionali

Perché due brand?

La scelta di suddividere l’offerta in due marchi è nata per offrire a ciascuna categoria di clienti, l’esperienza che incontra maggiormente le loro aspettative:

Nel dettaglio, SPATIA si rivolge a un pubblico alto spendente, offrendo complementi di arredo con configurazioni limitate a componenti di lusso disponibili sulla piattaforma. Thöndo, invece, si rivolge a un pubblico più vario, garantendo possibilità di configurazione pressoché illimitate, pur non rinunciando alla qualità delle materie prime di partenza.

Durante l’evento Stefano Severini ha dichiarato alla stampa:

Credo che per il made in Italy ci sia ancora moltissimo spazio di mercato. Il futuro, insomma, è tutto ancora da scrivere. Nel mio percorso di crescita porto con me le esperienze e i valori costruiti sul territorio cercando di estenderne la portata nel modo più sostenibile possibile, oltre gli orizzonti raggiunti sinora”.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi